Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2012

“Esistono troppe poche definizioni sui legami delle persone.
“Fidanzati” è quella più comune. Poi “trombamici”, quella che mette più in chiaro le cose. Ma tutti gli altri? Tutti quelli che si parlano dopo una rottura, e che ancora provano qualcosa, come si possono definire? Oppure chi esce da brutti rapporti, non vuole impegni, ma continua a vedersi con la stessa persona? E quelli che sono ancora innamorati ma si sono lasciati perché avevano compreso che si stavano facendo del male? E quella che aspetta per un mese una chiamata dello stesso tizio che vede da un anno? Quella dove la mettiamo? E quelli che giocano ad odiarsi? Quelli, poi, che per dimostrarsi amore si tirano le cose addosso? E quelli che non sanno spiegarsi in fatto di sentimenti, ma che in ogni loro “ciao, come va?” ti dicono “ti adoro”, chi sono? Quelli che fanno l’amore ma non si dicono “ti amo”? Quelli che fanno sesso ma sono innamorati? Bè, inventatevi delle definizioni. Perché ci sono più “confusi” che “fidanzati” in giro.”

Read Full Post »

5 months

5 months ago, the sweetest taste of you

Read Full Post »

Teorie sconclusionate – I

Supponiamo di soppesare il nostro grado di conoscenza di una persona col numero di giornate trascorse assieme. Sommare le ore ed i minuti vale, non disperate. Fate anche finta che le ore passate assieme in qualsiasi altro modo, che rappresentasse tuttavia un contatto continuo e non privo di sentimenti, valgano la metà. Quando arriverete ad un mese, quella persona inizierà a contare davvero. Bene, rendetevi conto che il buco che tale persona lascerà o potrebbe lasciare sarà altrettanto gigante, e tornate a nascondervi sotto le coperte.

 

Read Full Post »

“Accade
che le affinità d’anima non giungano
ai gesti e alle parole ma rimangano
effuse come un magnetismo. É raro
ma accade.
Puó darsi
che sia vera soltanto la lontananza,
vero l’oblio, vera la foglia secca
piú del fresco germoglio. Tanto e altro
puó darsi o dirsi.
Comprendo
la tua caparbia volontà di essere sempre assente
perchè solo così si manifesta
la tua magia. Innumeri le astuzie
che intendo.
Insisto
nel ricercarti nel fuscello e mai
nell’albero spiegato, mai nel pieno, sempre
nel vuoto: in quello che anche al trapano
resiste.
Era o non era
la volontà dei numi che presidiano
il tuo lontano focolare, strani
multiformi multanimi animali domestici;
fors’era così come mi pareva
o non era.
Ignoro
se la mia inesistenza appaga il tuo destino,
se la tua colma il mio che ne trabocca,
se l’innocenza é una colpa oppure
si coglie sulla soglia dei tuoi lari. Di me,
di te tutto conosco, tutto
ignoro.”
— Ex voto – Eugenio Montale

Read Full Post »

Meglio poche parole ma buone.

 

Grazie!

Read Full Post »