Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2015

Sorprese inaspettate su tumblr

sei una persona bella, spero che il tuo mondo sia come lo desideri tu.
F.P. a.k.a. G.A. , dedicata a me
Annunci

Read Full Post »

Cose belle belle

Non innamorarti
di persone come me.
Ti porterò ai musei,
parchi e monumenti
e ti bacerò
in ogni posto bellissimo,
in modo che
quando poi bacerai qualcun altro
il gusto di quei baci
sarà quello di una ferita.
Io ti distruggerò
nel modo più bello possibile.
E quando ti lascerò,
potrai finalmente capire
perché le tempeste
portano il nome delle persone.
Caitlyn Siehl

Read Full Post »

In una delle recenti notti semi-insonni -una a caso, son pressochè equivalenti, fate vobis-, ho fatto un enorme sforzo di astrazione ed ho tentato di analizzare, a posteriori, un mio recente e dolorissimo rapporto umano che è imploso per, suppongo, mie colpe soprattutto.

Valutando con un approccio forse un po’ troppo scientifico i contorni della nostra “conoscenza” (una etichetta per ciò che siam stati non l’hanno ancora inventata) mi sono reso conto di una marea di falle gigantesche.

Non funzionava indagare sui <perchè> dietro ai tuoi rifiuti di matrice religiosa-dogmatica-sociale.

Non funzionava tenerti per mano.

Non funzionava alcun genere di aspettative, speranze, sogni, progetti, che ti riguardasse.

Non funzionava la mia impostazione dei rapporti, infinitamente attendista e protesa alla consunzione lenta e costante delle reciproche barriere, della sottile e poderosa sensazione del CHI CAZZO E’ QUESTO ODDIO MIO CHE COSA VUOLE DA ME.

Non funzionavano le migliaia, migliaia, e migliaia di parole che ci scaraventavamo contro, bagnandoci di buonumore e tranquillità.

Non funzionava nemmeno la musica, lo strumento di unificazione più potente ed inarrestabile…e mai capirò perchè tu non mi abbia voluto mai far qualche passetto nel TUO giardino musicale.

Non funzionava il mio corpo, incapace di seguire la mia mente e baciarti, massacrarti, farti mia.

Non funzionava quel “dimmi se qualcosa non va, ti scongiuro”, ripetuto a più riprese, scioccamente, come se bastasse chiedere per ricevere una spiegazione.

Non funziona il mio cervello che ancora ti desidera, ti cerca, ti segue, ti osserva, si immerge nei tuoi vestiti, nei tuoi capelli, immagina il tuo profumo, ricorda le tue espressioni e soffre e si annienta.

Non funzionava… niente, nel nostro rapporto.

Eppure era bellissimo.

Eppure eri bellissima.

Soundtrack : L. Battisti, “La collina dei ciliegi”

Read Full Post »